Passando da Lucia... Due parole con Valentina Nuccio, autrice di "Quando cadranno tutte le foglie"

«Pronto? Stefania. Ma non dovevi fare l'intervista a Valentina?». È andata così. Mi catapulto fuori di casa e in men che non si dica arrivo alla libreria di Lucia (Lucia Esposito) in via Frova a Cinisello Balsamo. È sabato 15 ottobre; un ottobre stranissimo, caldo, che invoglia a rintanarsi nei propri pensieri e isolarsi dal resto del mondo.

Quando arrivo Lucia sospira. Lo sa che mi ormai viaggio in modalità provvisoria. Quindi monto il cavalletto, dico due parole di circostanza, saluto Nicole e partiamo.

Valentina Nuccio è una splendida donna del sud, insegnante precaria (ci tiene a sottolinearlo) e mamma due due bambini piccoli, già autrice di "Terra d'ombra bruciata" e "Ritratti Estemporanei" del 2013.

E in questa sede ci parla del suo ultimo lavoro "Quando cadranno tutte le foglie" edito da Le Mezzelane ed è sicuramente tra i Libri da non Perdere. È un romanzo che racconta di Emma, insegnante precaria, in crisi con il marito e cerca conforto nella casa della sua infanzia, in Salento. Lì ritrova una vecchia valigia e inizia un viaggio alla scoperta della vita del nonno, che ha trascorso parte della sua esistenza in Svizzera. Riemergono i ricordi di un passato sereno, tra giornate al mare e serate di storie raccontate al chiaro di luna. Ricordi che si intersecano con un segreto che il nonno ha custodito per tutta la vita, un segreto che porterà Emma sulle tracce di un'amara verità. Ciò che scoprirà, instraderà la sua vita su binari nuovi, verso un futuro che non avrebbe mai immaginato.


Quindi vi lascio alle sapienti parole della stessa autrice. Clicca qui, per l'intervista a Valentina Nuccio.

Rammento, che l'intervista è disponibile anche in versione audio.



11 visualizzazioni0 commenti